La scienza della luce: comprendere la tecnologia dietro i logo lightbox

introduzione

I lightbox sono comunemente usati per mostrare messaggi di branding, pubblicità e promozionali. I lightbox sono comunemente utilizzati in vari ambienti, come negozi al dettaglio, fiere e persino spazi personali come case e uffici. In questo post del blog esploriamo la tecnologia alla base dei logo lightbox ed esploriamo l'affascinante mondo della luce e le sue proprietà.

Comprendere i componenti

Una cornice

Il display e le luci sono protetti dal telaio, che è il componente più esterno del lightbox. È tipicamente composto da metallo, sebbene possa essere realizzato anche con un'ampia gamma di altri materiali. La cornice offre stabilità al display e aiuta a proteggere il marchio dal deterioramento.

Logo-Lightbox-Cornice
Figura 1 - Cornice luminosa del logo

B. Illuminazione

L'illuminazione è il componente più importante di un lightbox con logo. Senza di esso, l'immagine non sarà vista chiaramente e non sarà impressionante o memorabile.

Logo-Lightbox-fulmine
Figura 2 - Fulmine del logo lightbox

C. Grafica

La grafica, o elementi visivi, viene utilizzata per aggiungere interesse e significato al design. Possono includere colori, forme e motivi. Il testo può dare al tuo logo un tocco più personale.

Logo-Lightbox-design
Figura 3 - Grafica del logo lightbox

Processi utilizzati per la stampa della grafica su tessuto per Logo Lightbox:

  • Stampa UV – La stampa UV è una tecnica di stampa che trasferisce un'immagine da una lastra di stampa a un substrato utilizzando la luce ultravioletta. Di conseguenza, l'immagine è chiara e colorata e rimarrà tale per gli anni a venire. 
  • Sublimazione del colore – L'inchiostro presente in un materiale stampabile viene convertito in una forma solida che può essere incorporata in un altro materiale mediante un processo di stampa chiamato sublimazione del colore, che utilizza il calore. Ciò elimina la necessità di strumenti o materiali specializzati aggiuntivi, consentendo la creazione di stampe con una grafica lightbox incorporata.

Come sono realizzati i lightbox con logo

A. Il ruolo delle luci a LED

Per costruire un lightbox è necessario utilizzare luci a LED. La fotografia digitale utilizza queste luci e le attività commerciali le utilizzano per i loro display. L'utilizzo delle luci LED è reso possibile dal loro elevato livello di luminosità e dal semplice controllo.

B. Il processo di stampa dei loghi

È possibile utilizzare vari metodi per stampare i loghi sui lightbox. Il metodo più tipico è quello di stampare il logo al contrario, in modo che l'inchiostro venga trasferito sul foglio trasparente prima che venga illuminato. Inoltre, alcune aziende utilizzano un foglio opaco con sopra un sottile strato di materiale trasparente che viene poi posizionato sopra il logo e illuminato dal basso.

C. L'assemblaggio del Lightbox

I materiali vengono tagliati, assemblati e incollati insieme. La lastra acrilica viene quindi incollata sulla parte anteriore del lightbox. Una striscia LED è installata all'interno della lastra acrilica e collegata a una fonte di alimentazione. Un logo viene stampato su pellicola trasparente e attaccato alla lastra acrilica in modo che possa essere utilizzato per vari scopi, ad esempio pubblicità o decorazione.

La tecnologia dietro i logo lightbox

Vantaggi dell'illuminazione a LED rispetto ai metodi di illuminazione tradizionali

Rispetto alle fonti di illuminazione convenzionali, le luci a LED sono più efficienti dal punto di vista energetico. Ciò è dovuto al fatto che consumano molta meno energia e producono molto meno calore rispetto alle lampadine a incandescenza: fino a 85% meno calore. Grazie al minore consumo energetico, le luci a LED possono essere utilizzate per periodi di tempo più lunghi senza rompersi o surriscaldarsi, il che significa che non dovranno essere cambiate con la stessa frequenza delle lampadine tradizionali.

Tipi di luci LED utilizzate nei lightbox con logo

  • Luci LED per dispositivo a montaggio superficiale (SMD) – Le luci LED con dispositivo a montaggio superficiale (SMD) vengono generalmente utilizzate nei lightbox del logo. Queste luci sono piccole e richiedono meno spazio rispetto ad altri tipi di luci a LED. Le luci LED SMD hanno anche un ingombro ridotto e possono essere facilmente nascoste in una scatola luminosa con logo.
  • Luci LED Chip on Board (COB). – Le luci LED COB (Chip on Board) sono il tipo più comune di luce LED utilizzata nei lightbox con logo. I LED COB sono disposti secondo uno schema a griglia, che è ciò che li rende così efficienti ed economici da produrre.
  • Luci LED RGB – Hanno singoli sub-pixel rossi, verdi e blu che possono essere manipolati per produrre qualsiasi colore. La luce bianca viene creata combinando le tre tonalità. Ciò consente di modificare la luminosità di ciascun colore secondo necessità per alterarne l'intensità.
  • Luci al neon LED – Il tipo più popolare di luci a LED utilizzate nei lightbox con logo sono le luci al neon. I LED al neon sono vividi, duraturi e abbaglianti. I loghi potrebbero essere visti sugli striscioni o nelle vetrine dei negozi.

Tipi di illuminazione a LED nei lightbox con logo

  • Illuminazione edge-litUn tipo di illuminazione a LED chiamata illuminazione edge-lit illumina il bordo di una casella del logo. Questo è l'ideale se vuoi mantenere l'interno buio o sobrio ma avere comunque una scatola luminosa che possa essere vista dall'esterno.
  • Illuminazione retroilluminata – Il tipo più diffuso di illuminazione a LED utilizzata nei lightbox con logo è la retroilluminazione. Il logo sul fronte della scatola è illuminato da un pannello retroilluminato, rendendolo più visibile ai clienti e aumentando la loro conoscenza della tua attività

I materiali utilizzati nella costruzione del logo lightbox

  • Cornici in alluminio
  • Lastre acriliche
  • Luci a LED
  • Grafica stampata
  • Cablaggi e componenti elettrici

Ottieni un preventivo adesso

Ho bisogno di aiuto?

Sono qui
Per assisterti